Mostra Biblica

I          N          T          E          R          A          T          T          I          V          A

XIII - LA BIBBIA CON GLOSSE E POSTILLE


Con l’ausilio delle glosse e postille medievali e delle nuove acquisizioni filologiche, fu raggiunto un tale insieme di conoscenze da rendere l’introduzione biblica una vera scienza. Le glosse più famose sono quelle di Niccolò De Lyra (+1340). Molte edizioni della Bibbia hanno il testo sacro totalmente contornato da annotazioni e commenti, espressioni delle diverse opinioni teologiche.                                                                                                     Per maggiori notizie sull’argomento, leggi scheda a pie’ pagina.

immagini...

BIBBIA INTERLINEARIS (1588)
CON GLOSSE DI N. DE LYRA





Biblia sacra: Cum glossa interlineari ordinaria et Nicolai Lyrani postilla, eiusdemque moralitatibus, Burgensis additionibus & Thoringi replicis : *Omnia ad Hebriorum Gricorum fidem suo nitori restituta & varijs scholijs illustrata, nuperrime post omnes editiones accuratissime recognita : *In qua preterea labore peruigiliq; cura cautum estut Sacre Scripture allegationes ueris numeris annotarentur in librorumq; marginibus ad maius studentium commodum reponerentur.
Venezia: [Società dell' aquila], 1588 (Venetijs, 1587), in 2°.

Frontespizi in rosso e nero, xilografia al centro; fregi, iniziali e illustrazioni xilografiche.scheda1588.htmlshapeimage_2_link_0
HOMEHome2.htmlshapeimage_3_link_0
PERCORSO STORICOindice_percorso_storico.htmlshapeimage_4_link_0
PERCORSO BIBLIOGRAFICOB_00_indice_bibliografico.htmlshapeimage_5_link_0
PERCORSO ICONOGRAFICOindice_iconografico.htmlshapeimage_6_link_0

La   B i b b i a,   l i b r o   d i   v i t a   e   d i   c u l t u r a

sezione precedenteB_12_Padri_2.htmlshapeimage_7_link_0
sezione successivaB_14_Notazioni_Lessci__Concordanze.htmlB_03_Incunaboli.htmlshapeimage_8_link_0
indiceB_00_indice_bibliografico.htmlB_00_indice_bibliografico.htmlshapeimage_9_link_0


PERCORSO BIBLIOGRAFICO

LE GLOSSE DI NICCOLO’ DE LYRA


Insieme con la lingua ebraica, strumento indispensabile per una completa interpretazione della Bibbia, gli studiosi dell'epoca si conquistarono anche una discreta apertura verso tutta la produzione letteraria ebraica che nei secoli si era accumulata intorno al testo sacro. Il rappresentante maggiore è il francescano normanno Niccolò De Lyra. Si deve alla sua ottima conoscenza della lingua e dei costumi ebraici se alcuni suoi biografi affermarono che era ebreo di nascita e, prima di essere Frate, alunno di scuole rabbiniche.


Il più celebre tra i commenti medievali è senza dubbio la Glossa Ordinaria di Niccolò De Lyra. I due tipi di Bibbia con glosse maggiormente diffusi furono: la Glossa Ordinaria, così chiamata per il suo uso comune nel medioevo, e la Glossa Interlinearis.


L’ Ordinaria - il tipo più avanzato di commento biblico a disposizione nel XII secolo - consisteva in nove o dieci volumi che contenevano libri della Bibbia, singoli o raggruppati, ognuno dei quali aveva le sue proprie annotazioni marginali lungo l’intero testo. L’Interlinearis, che fu lavoro di Anselmo di Laon (+1117), deve il suo nome al fatto che il commento veniva scritto tra una riga e l’altra, ovvero al di sopra del testo stesso della Vulgata.


Dopo il XII secolo, il testo della Vulgata veniva fornito di ambedue i commenti, essendo la Glossa Ordinaria posta intorno ai margini della pagina, su entrambi i lati ed in testa di pagina, e la Glossa Interlinearis, invece, collocata fra le righe stesse del testo; in seguito, a partire dal XIV secolo, la Postilla di Nicola di Lyra e gli Addenda di Paolo Brugense furono aggiunti ai piedi di ogni pagina.

XIII  SEZIONE

LA BIBBIA 
CON GLOSSE E
POSTILLE
01