Mostra Biblica

I          N          T          E          R          A          T          T          I          V          A

III SEZIONE - LE PRIME BIBBIE  A STAMPA (INCUNABOLI)


A Magonza, in Germania, verso il 1450-55, Johann Gensfleisch, detto Gutenberg, mise a punto il processo della stampa con caratteri di metallo mobili, inaugurando una nuova era. I volumi stampati dall’invenzione della stampa (1455 ca) fino al 1501 sono detti “incunaboli” (libri “in cuna”,  nella culla).

La prima grande opera ad uscire dal torchio fu la Bibbia in latino (1455 ca). Esso fu il testo quello più stampato e più tradotto in assoluto: quasi tutte le lingue hanno la Bibbia. La versione testuale più usata è stata la Vulgata di S. Girolamo (386-405) nella Versione Parigina, così chiamata perché era di uso comune presso l’Università di Parigi: versione certamente la più diffusa, ma anche la più corrotta. Gran parte delle questioni bibliche sono nate nel tentativo di correggere la Versione Parigina.

sezione precedenteB_02_Ebraici.htmlshapeimage_2_link_0
sezione successivaB_04_Primi_decenni_500.htmlB_04_Primi_decenni_500.htmlshapeimage_3_link_0
immagini...
BIBBIA LATINA (1478)
Incunabulo

(In fine, colophon:) Biblia impressa Venetijs opera atq[ue] impe[n]sa Theodorici de Reynsburch [et] Reynaldi de Novimagio Theutonico[rum] ac socio[rum]. M.cccc.lxxviij. (carta a2 r. col. sn.:) Incipit ep[isto]la sancti Hieronymi ad Paulinu[m] p[res]b[yte]r[u]m … (carta a4 r. col. dx.:) Explicit epistola sancti Hieronymi presbyteri ad Paulinum presbyterum. Incipit prefatio sancti Hieronymi presbyteri in pentateuchum. / (carta a4 v. col. sn.:) Incipit liber genesis qui dicitur hebraice bresith. Capitulum priumum.

Esemplare contenente sette carte con miniature. In 2°.Testo su due colonne; 53 linee. Carattere gotico. Legatura cinquecentesca in piena pergamena coeva rigida. Una delle primissime stampate al mondo. La settima in Italia.Esemplare con sette carte con miniature. Le carte (π1) e (π2) contengono l’ Index rerum notabilium manoscritto; le carte finali (π1) e (π2) contengono l’Index librorum manoscritto.

UNA DELLE PRIMISSIME BIBBIE STAMPATE AL MONDO, LA SETTIMA STAMPATA IN ITALIA. LE ALTRE BIBBIE LATINE STAMPATE IN ITALIA SONO: 1471, ROMA, SWEYNHEYM E PANNARTZ - 1475, VENEZIA, RENNER DE HEILBRONN E NICOLAUS DE FRANKFORDIA - 1475, PIACENZA, J. P. DE FERRATIS - 1476, NAPOLI, M. MORAVUS [E B. ROMERO] - 1476, VENEZIA, N. JENSON - 1476, VENEZIA, RENNER DE HEILBRONN E N. DE FRANKFORDIA - 1478, L’ESEMPLARE IN ESPOSIZIONE.img_1478_01.htmlshapeimage_4_link_0
immagini...
BIBBIA LATINA (1487)
Anton Koberger 
Incunabulo 


[Biblia Latina : cum postillis Nicolai de Lyra, et expositionibus Guillelmi Britonis in omnes prologos S. Hieronymi et additionibus Pauli Burgensis replicisque Matthiae Doering].
A. Koberger, Nürberg 1485/89. 
Volume III. In folio: 348 cc. 
Terza parte della monumentale Bibbia Latina  pubblicata in quattro parti dal celebre stampatore di Norimberga,  comprendente i libri di Isaia, Malachia, I e II dei Maccabei. Il testo è contornato dalle glosse di Niccolò De Lyra (ca. 1270-1349), francescano normanno. Probabilmente si deve all’ottima conoscenza della lingua e dei costumi ebraici del De Lyra  se alcuni suoi biografi affermarono che era ebreo di nascita e, prima di essere Frate Minore, era stato alunno di scuole rabbiniche. Il primo a distaccarsi dalle interpretazioni allegoriche della Bibbia. 
La Glossa Ordinaria ebbe grande fortuna soprattutto durante il periodo della Scolastica. Gli autori delle grandi Somme e i teologi dell'epoca, mancando la possibilità di un approccio diretto con le opere dei Padri, trovarono nella Glossa Ordinaria una ricca messe di brani patristici cui riferirsi. 
img_1487.htmlshapeimage_5_link_0
immagini...
BIBBIA LATINA (1491)
Incunabolo

Biblia cum sommarijs: concordantijs: divisionibus: et quattuor repertorijs prepositis. 
Muneri foliorum distintione, terse et fideliter impressa. 
(Venezia, 1491); [432] carte, in 4°.  

Include all'inizio 4 Tabulae dei libri, capitoli e contenuti della Bibbia, tra cui la Tabula alphabetica di fr. Gabriele Bruno, e le note su Translatores Biblie e modi intelligendi scripturam; alla fine: Interpretationes Nominum hebraycorum, con riferimenti marginali. 

Esemplare molto bello, ricco di xilografie e inziali ornate. I dati editoriali si possono ricavare dalla seconda carta che porta il titolo: Incipit quarta tabula Fratrum minorum, Venetijs. Calendes novembris 1490. Quindi è un’edizione sicuramente precedente. Una nota manoscritta riferisce di un’edizione della stessa opera esistente presso Saint’Odile, ma non risulta alla bibliografia.
img_1491.htmlshapeimage_6_link_0
HOMEHome2.htmlshapeimage_7_link_0
PERCORSO STORICOindice_percorso_storico.htmlshapeimage_8_link_0
PERCORSO BIBLIOGRAFICOB_00_indice_bibliografico.htmlshapeimage_9_link_0
PERCORSO ICONOGRAFICOindice_iconografico.htmlshapeimage_10_link_0

La   B i b b i a,   l i b r o   d i   v i t a   e   d i   c u l t u r a

immagini...
BIBBIA LATINA (1484)
Incunabolo


(A1V:) Biblia que retinet sequit’ sic metricus ordo, etc. A2R: Incipit epistola beati Hieronymi ad Paulinu(m) p(re)sbyter(um) deo(mn)ibus diunine hystorie libris./(in fine, colophon:): In urbe venetiaru(m)...: magistri Iohannis dicti magni Herbort de selgenstat alemani..., 1484 pridie kalendas Maij (30 IV)... 
In  4°; 408 cc.  Stampa su due col. con 56 linee.     

Importante testimonianza di accostamento critico alla Vulgata Parisiensis, edizione della Bibbia, edita con il preciso intento dello studio. Soprattutto il Nuovo Testamento è redatto con molti riferimenti marginali, segno evidente di un confronto ragionato del testo. Include 4 tabulae, tra cui la Tabula alphabetica di Gabriele Bruno. Come la precedente, di capitale importanza per lo studio testuale.img_1484.htmlshapeimage_11_link_0
indiceB_00_indice_bibliografico.htmlB_00_indice_bibliografico.htmlshapeimage_12_link_0
immagini...
LIBRO DI EZECHIELE 
DELLA BIBBIA JENSON (1479)
Incunabolo


Biblia impressa Venetiis: Opera Atque impressa Nicolai Jenson, 1479. 
In 2; 32 ff; Carattere gotico; 51 linee; miniato.

Nicolò Jenson, egregio editore della magnifica Biblia Latina in caratteri romani (1476). La nostra  fu stampata a Venezia, appena dopo che il grande editore francese aveva acquistato torchi nella città lagunare.img_1479_Jenson.htmlshapeimage_13_link_0

MAMMOTRECTUS (1479)
IN LINGUA LATINA
Incunabolo 

Mammotrectus super Bibliam.Venetiis Anno Domini 1479 Nonas kalendas octobris per indictum virum Nicolaum Jensen Gallicum.
259 cc. Carattere gotico su 2 colonne, 38 righe in  4°. 

Marchesini, da Reggio (Emilia), era un frate francescano. Un documento ricorda che un Marchesini, lettore, originario di Reggio, fu nel convento di Imola, testimone per un testamento nel 1275. E’ opinione comune identificarlo con l'autore del dizionario biblico intitolato Mammotrectus.

L’opera, tra il 1470 e il 1498, fu stata stampata ben 23 volte. Essa esprimeva l'esigenza di portare la Bibbia alle categorie degli poveri e illetterati  ed è divisa in tre parti: la prima è un commento alla Bibbia, la seconda contiene brevi trattazioni sulle festività e sugli usi del V. T., la terza offre la spiegazione di parole presenti in testi religiosi di genere diverso.

PERCORSO BIBLIOGRAFICO

III SEZIONE

LE PRIME BIBBIE
A STAMPA
01
III SEZIONE

LE PRIME BIBBIE
A STAMPA
02
III SEZIONE

LE PRIME BIBBIE
A STAMPA
03
III SEZIONE

LE PRIME BIBBIE
A STAMPA
04
III SEZIONE

LE PRIME BIBBIE
A STAMPA
05
III SEZIONE

LE PRIME BIBBIE
A STAMPA
06